Mario Rusconi

Title
Vai ai contenuti

Mario Rusconi

ULTIMA NOTIZIA

Dirigenti scolastici: in quarantena qualche centinaio di classi su 400mila
Rusconi (Anp-Roma): «Non sappiamo quale sarà l'evoluzione: ci sono ben 12mila classi con un numero di oltre 25 studenti». Piattaforma per i controlli ok.
16 settembre 2021
Con la ripresa della scuola in tutta Italia - oggi è stata la volta del Friuli Venezia Giulia e con la ripartenza, il 20 settembre, in Puglia e Calabria, tutti gli studenti italiani saranno tornati in classe - cominciano a diffondersi le notizie di contagi sia tra gli alunni che tra i docenti che stanno già causando, di conseguenza, quarantene, disagi e nuova didattica a distanza. «Al momento in tutta Italia sono qualche centinaia le classi in quarantena su un totale di 400mila. A Roma poche decine», spiega Mario Rusconi, presidente dell'Associazione nazionale presidi di Roma, che aggiunge: «Non sappiamo quale sarà l'evoluzione perché ci sono ben 12mila classi con un numero di oltre 25 studenti. È pensabile che qui possa esserci una maggiore diffusione del virus, pur indossando le mascherine. Per questo auspichiamo che i ragazzi dai 12 anni si vaccinino. La risposta dei 16-17enni è molto ampia. L'educazione scientifica sui giovani sta funzionando ed è merito della scuola».
«Si allargano a macchia d'olio i casi di classi in quarantena: un fenomeno che ha preso corpo nei primissimi giorni di scuola prima a Bolzano, per poi trovare terreno fertile anche in Lombardia, Emilia Romagna, Sardegna e Lazio. Le lezioni sono riprese da una settimana è già si contano già un centinaio di classi costrette a rimanere a casa, quindi a tornare a quella dad che chi governa la scuola ha detto che ci eravamo messi alle spalle», dice allarmato Marcello Pacifico, presidente del sindacato Anief, che chiede più distanziamento nelle classi e un numero maggiore di tamponi salivari per ora partiti solo nelle “scuole sentinella” ma che il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ha già detto di voler estendere.


TGR-LAZIO 13-10-2021
COMUNICATO DEL 10-10-2021
TGR-LAZIO 25-10-2021 ORE 14:00
Questa mattina durante l’estemporanea visita del presidente del consiglio, Conte, all’Istituto Comprensivo Poseidone ho avuto l’opportunità di interloquire con lui su alcuni temi che affliggono la scuola ormai da decenni. Un breve ma intenso colloquio che ha visto l’interesse del presidente del consiglio molto attento alla scuola, alla formazione dei nostri studenti e al futuro delle giovani generazioni”. È quanto dichiara Mario Rusconi, presidente dell’ANP-Lazio, che aggiunge: “Insieme alla collega Annalisa Laudando, che dirige l’IC Poseidone, abbiamo tra l’altro messo in evidenza il problema della sicurezza degli edifici scolastici e della sistemazione a norma degli stessi che affligge non solo le scuole di Roma e del Lazio ma in generale l’edilizia scolastica italiana per lo più ferma agli anni settanta”. Inoltre continua Rusconi: “Abbiamo fatto presente, sempre con la Laudando, quanto sia importante il reperimento dei docenti e come l’attuale sistema sia farraginoso e poco adeguato al nostro tempo”
IL BATTIBECCO

Dall’analisi della società umana e della politica Foscolo ricava una visione desolata dell’uomo e del potere. L’esposizione di queste opinioni viene affidata in parte al giovane Ortis e in parte al maturo Parini. Il motivo di questa scelta è evidente. In questo modo, Foscolo le presenta come idee condivise da uomini che appartengono a generazioni diverse e che hanno diverse visioni del mondo: laica e materialista quella di Ortis, religiosa quella dell’abate Parini.
Sono numerose le scuole, associazioni e enti che organizzano corsi all'estero di lingue straniere, venendo incontro alle diverse esigenze, coniugando il divertimento allo studio e facendo incontrare persone  da tutto il mondo per approfondire la conoscenza della lingua e immergersi nella cultura locale.
La scuola è attualmente organizzata come segue:scuola Dell'infanzia per i bambini da 3 a 6 anni; primo ciclo di istruzione, della durata complessiva di 8 anni, articolato inscuola primaria (5 anni di durata) per i bambini da 6 a 11 anni; scuola secondaria di primo grado (3 anni di durata) per alunni da 11 a 14 anni; secondo ciclo di istruzione composto da diversi percorsi: Licei, Istituti tecnici, Istituti professionali, Istruzione e formazione professionale

                                                                                                         

Torna ai contenuti